News Scientifiche

Artrite psoriasica, la prevalenza di sacroileite non radiografica Ť ridotta

Nei pazienti con artrite psoriasica di lungo corso, la prevalenza di sacroileite non radiografica – documentata all'imaging a risonanza magnetica – è ridotta  rispetto a quella di sacroileite radiografica. Lo dimostrano i risultati di uno studio pubblicato su the Journal of Rheumatology, dal quale è emerso anche che il dolore lombare infiammatorio è spesso assente nei pazienti con sacroileite identificata mediante RM ed è scarsamente sensibile nel permettere l'identificazione di malattia assiale allo stadio iniziale.

Disegno dello studio e risultati principali
Ancora oggi non vi sono dati certi sulla prevalenza di sacroileite nei pazienti con PsA, come pure le caratteristiche cliniche dei pazienti con sacroiletite radiografica vs. non radiografica, ricordano i ricercatori nell'introduzione allo studio.

Di qui il nuovo studio, nel corso del quale i ricercatori hanno valutato la sacroileite in pazienti adulti con PsA (definita in base ai criteri CASPAR), utilizzando strumenti di indagine clinica, di laboratorio e basati sulla risonanza magnetica.

Le radiografie sono state sottoposte a classificazione mediante punteggio per la presenza di sacroileite radiografica sulla base dei criteri modificati di NY del 1984.

I referti di imaging a risonanza magnetica sono stati classificati mediante punteggio per la presenza di sacroileite attiva sulla nase dei criteri ASAS del 2016: la sacroileite attiva, in assenza di erosioni radiografiche corrispondenti, era definita com sacroileite non radiografica.

Sono stati inclusi nell'analisi 107 pazienti (età media: 49,7±12,5 anni) con PsA. Utilizzando i criteri modificati di NY, è stata documentata la presenza di sacroileite radiografica nel 28,7% dei casi (n=29 pazienti).

Con i criteri 2016 ASAS, invece, è stata dimostrata la presenza di sacroileite attiva, individuata alla risonanza magnetica, nel 26% dei casi (n=28 pazienti), con un 11% (n=11) di pazienti affetto da sacroileite non radiografica per l'assenza di variazioni strutturali radiografiche.

I ricercatori hanno notato che la ridotta prevalenza di sacroileite non radiografica, indicativa di malattia assiale all'esordio, poteva dipendere dal fatto che la maggioranza dei pazienti dello studio era affetta da lungo tempo (≥5 anni) da psoriasi e PsA (83,2% e 62%, rispettivamente).

Inoltre, i pazienti con sacroiletite radiografica si caratterizzavano per una più lunga durata di psoriasi e PsA rispetto a quelli con sacroileite non radiografica (23,8±12,5 vs 14,1±11,7 anni, rispettivamente; P =0,032 e 12,3±9,8 vs 4,7±4,5 anni, rispettivamente; P =0,019).

Il dolore lombare infiammatorio non è stato riferito insieme alla sacroileite attiva (46,4%) p alla sacroileite non radiografica (27,3%).

Da ultimo, la sensibilità e la specificità del dolore lombare infiammatorio nell'individuare la sacroileite non-radiografica è stata pari, rispettivamente, al 17% e al 27%, rispetto al 52% e al 79% per la sacroileite radiografica.

Limiti e implicazioni dello studio
Nel commentare i risultati, i ricercatori hanno ammesso alcuni limiti dello studio quali il disegno cross-sectional, la presenza di possibili bias nel reclutamento di pazienti, la mancanza di una storia familiare di sacroileite e, last but not least, l'impiego dei criteri ASAS2016 (invece di quelli più aggiornati nel 2019) per la valutazione mediante imaging a risonanza magnetica.

Ciò detto, in conclusione, “...lo studio ha dimostrato come il dolore lombare infiammatorio non sia un indicatore sensibile per l'individuazione della sacroileite allo stadio iniziale, suggerendo invece l'impiego dell'imaging a risonanza magnetica per la diagnosi di sacroileite”.

“Questi risultati – aggiungono gli autori dello studio – contribuiscono ulteriormente alla comprensione del pattern di malattia assiale nella PsA. Sono ora necessari studi longitudinali di follow-up finalizzati ad esplorare i tassi e i fattori che influenzano la progressione di sacroileite dalla forma non radiografica a quella radiografica”.

NC

Bibliografia
Furer V et al. Prevalence of non-radiographic sacroiliitis in patients with psoriatic arthritis: a real-life observational study. J Rheumatol. Published online January 15, 2021. doi10.3899/jrheum.200961
Leggi


Torna all'archivio