News Scientifiche

Artrite reumatoide, genere sessuale predittivo di mortalitÓ CV e respiratoria

Il genere sessuale di appartenenza potrebbe avere un suo ruolo nelle associazioni esistenti tra i marker biologici preclinici con la mortalità da AR, da malattie CV e da malattie respiratorie, stando ad uno studio condotto negli USA, durato 41 anni, pubblicato su Clinical and Experimental Rheumatology.

Per arrivare a questo risultato i ricercatori hanno condotto uno studio di coorte caso-controllo. Tra i pazienti che erano entrati nella coorte dello studio nel 1974, 54 hanno sviluppato artrite reumatoide (AR) tra il 1977 e il 1995.

I dati relativi a questi pazienti, presi individualmente, sono stati incrociati, con quelli relativi a 4 controlli, per un totale di 216 individui.

I ricercatori hanno seguito tutti i partecipanti dello studio, dal 1995 al 2015, raccogliendo informazioni sulla loro sopravvivenza e sull'associazione di alcuni fattori con l'incidenza di AR e la mortalità.

Passando ai risultati, i ricercatori hanno osservato come i livelli preclinici di IgG sierica fossero associati con l'AR nel sesso maschile, mentre lo status di fumatore, i livelli di androstenedione, di pregnenolone e di sIL-2R con l'AR nel sesso femminile.

I livelli preclinici di hsCRP e di sIL-2R, inoltre, sono risultati indipendentemente associati con 140 decessi per tutte le cause. Invece, quelli preclinici di sTNF-R1 e di hsCRP sono risultati associati con 50 decessi per malattia CV, raggiungendo la significatività statistica nel sesso femminile.

La mortalità per tutte le cause è risultata maggiore nei pazienti con AR rispetto ai controlli, dopo aggiustamento per alcune covariate demografiche iniziali (HR = 1,66, 95% CI, 1,12-2,46). Questo trend è risultato pressochè sovrapponibili tra i 2 sessi (69,4% vs. 49,3% nel sesso maschile; 72,2% vs. 43,1% nel sesso femminile).

La mortalità per cause respiratorie è risultata più elevata, ancora una volta, nei pazienti con AR rispetto ai controlli, anche se limitatamente al sesso femminile (HR = 2,69, 95% CI, 1,02-7,14).

Da ultimo, nei pazienti con AR, la risposta alla terapia nel 1995 ha predetto in modo significativo la mortalità per tutte le cause. Inoltre, i livelli basali di CRP e di TNF-R1 sono risultati associati con la mortalità CV totale.

NC

Bibliografia
Masi AT et al. Preclinical Biomarker Associations With Both Incident Rheumatoid Arthritis and Its Subsequent Mortality: Sex Effects in a 41-Year, Community-Based, Case-Control Cohort Study. Clin Exp Rheumatol 35 (6), 966-974. 2017 Jun 05.
Leggi


Torna all'archivio