News Scientifiche

Lupus e retinopatia, complicanze oculari fino al 15% in pazienti di nuova diagnosi

I pazienti con LES mostrano un tasso relativamente elevato di retinopatia alla diagnosi iniziale di malattia reumatologica, e la retinopatia potrebbe rappresentare una manifestazione precoce della malattia lupica.
Queste le conclusioni di uno studio recentemente pubblicato su BMC Rheumatology.

Razionale e disegno dello studio
“Mentre il coinvolgimento cutaneo, renale e muscoloscheletrico è più comune, le manifestazioni oculari del LES sono state riportate in almeno un pazienti su tre – scrivono i ricercatori nell’introduzione allo studio”.

“Per quanto le manifestazioni oculari non siano riconosciute come un criterio diagnostico da parte dell’ACR – continuano – i loro effetti sulla qualità della vita dei pazienti non dovrebbero essere sottovalutate, dato che queste complicanze devastanti non sono rare e i trattamenti diventano sostanzialmente meno efficaci negli ultimi stadi”.

“Non vi sono evidenze certe su quale sia la prevalenza di malattia oculare al tempo della diagnosi o se tale coinvolgimento si manifesti tardi durante il corso di malattia. Se è vera l’ultima ipotesi, lo screening per il coinvolgimento oculare potrebbe non essere benefico alla diagnosi di LES. Inoltre, se le lesioni oculari sono prevalenti nei pazienti con nuova diagnosi in stadio iniziale, dovrebbe essere allora raccomandato lo screening di queste lesioni per assicurare una diagnosi precoce, un trattamento tempestivo e un follow-up appropriato”.

Per esaminare la prevalenza di retinopatia nei pazienti con nuova diagnosi di LES, i ricercatori hanno condotto uno studio su pazienti di un centro clinico iraniano tra il 2016 e il 2017.
I partecipanti allo studio erano tutti adulti, con LES di nuova diagnosi e non erano ancora stati sottoposti a trattamento. Sono stati esclusi dallo studio quelli con ipertensione, diabete mellito o coagulopatia come comorbilità.

L’analisi finale ha incluso, alla fine, 114 pazienti. I ricercatori hanno registrato i dati clinici e quelli di laboratorio relativi a tutti i pazienti. I pazienti sono stati successivamente valutati da un oftalmologo per la conferma di patologie retiniche. Inoltre, sono stati calcolati i punteggi di attività di malattia lupica di tutti i pazienti.

Risultati principali
La prevalenza di retinopatia si è attestata intorno al 15,8%.Il rilievo più frequente è stato quello delle cosiddette macchie di cotone idrofilo (78% dei pazienti con retinopatia). I ricercatori hanno anche osservato che i pazienti con retinopatia mostravano livelli di emoglobina  e di C3 e C4 significativamente più bassi, come pure livelli più elevati di anticorpo anti-nucleare e di anti-dsDNA. Da ultimo, i pazienti con retinopatia hanno mostrato un punteggio di attività di malattia lupica significativamente più elevato.

Riassumendo
In conclusione “…i risultati suggeriscono che la retinopatia potrebbe rappresentare una manifestazione precoce di malattia e che potrebbe essere preso in considerazione lo screening oftalmologico per i pazienti con LES al tempo della diagnosi, soprattutto quelli con malattia severa – scrivono i ricercatori -. Inoltre, i dati incoraggiano la messa a punto di nuovi studi che mettano in correlazione la retinopatia con l’attività di malattia, e la prognosi del coinvolgimento oculare con gli algoritmi correnti di trattamento.

Nicola Casella

Bibliografia
Bashiri H et al. Retinopathy in newly-diagnosed systemic lupus erythematosus: should we screen for ocular involvement? BMC Rheumatol 5, 34 (2021). https://doi.org/10.1186/s41927-021-00203-5
Leggi
 

 

 


Torna all'archivio